Triangolo di Tartaglia

Ecco a voi il tri-triangolo di Tartaglia! Venghino siori, venghino!

triangolo di tartaglia

Vi sembra di averlo già visto, ma i ricordi sono vaghi? State invecchiando?! Stregoneria?!

Tranquilli! Niente del genere!

So di aver risvegliato vecchi traumi, ma lo avrete sicuramente visto in un libro di matematica o in qualche rompicapo per bambini.

Cosa si può dire del sig. triangolo di Tartaglia? Innanzitutto è abbastanza immediato notare che ogni elemento centrale, di ogni riga, è uguale alla somma dei due numeri subito sopra. A che serve!? Beh, è bello! Non vi basta?

meme grasse risate

In realtà ha anche un uso assai “pratico” in matematica! Se si vuole calcolare la potenza n della coppia (a+b), ovvero se la si vuole moltiplicare volte per se stessa, ogni riga rappresenta i coefficienti da mettere davanti ai termini dello sviluppo della potenza. Per esempio:

sviluppo tartaglia

E taaac! Il gioco è fatto! Si vede subito come il triangolo aiuti a mettere in evidenza una struttura “simmetrica” dello sviluppo semplificando notevolmente il processo… Bello vero?! Nemmeno un pochino? Su, datemi soddisfazione… Visto che magggia?!

Piaciuto questo trafiletto? Che aspetti ad iscriverti? Riceverai i miei articoli direttamente nella tua casella di posta. ► Newsletter

marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *