Lord Rayleigh

Due parole su un grande fisico: Lord Rayleigh!

Lord Rayleigh (1842 – 1919) al secolo J.W. Strutt, terzo barone di Rayleigh. [1] Un vero nobile. Elaborò la teoria di scattering che porta il suo nome e che, tra le altre cose, permette di spiegare perché il cielo sia azzurro. In aggiunta al suo grande contributo alle teorie di scattering, arricchì tutti i campi delle scienze fisiche cui rivolse la sua attenzione.

Lord Rayleigh

Il suo duro lavoro gli valse un Nobel nel 1905 “per i suoi studi sulle densità dei più importanti gas e per la scoperta dell’argon in legame con questi studi”. [2] Riportò le sue teorie e i suoi originalissimi esperimenti, spesso ottenuti con strumentazioni piuttosto semplici, in più di 400 articoli tecnici pubblicati in un periodo di 50 anni.

Decisamente uno tutto d’un pezzo:

Il lavoro potrà essere duro, e la disciplina severa; ma l’interesse non diminuisce mai, ed è grande il privilegio nel raggiungimento del risultato

Fastidio questi geni di fine ottocento… proprio dei saputelli. Come se non bastasse questi si riproducevano anche: il figlio R.J. Strutt (quarto barone) fu quello che confermò sperimentalmente le teorie del padre nel 1920, esattamente un anno dopo la morte di quest’ultimo.

Piaciuto questo trafiletto? Che aspetti ad iscriverti? Riceverai i miei articoli direttamente nella tua casella di posta. ► Newsletter


[1] Biografia – Università di St. Andrews

[2] Nobel – Descrizione del lavoro

Foto originale: WikiMedia

Piacilo e Condividilo
Tags

Post simili

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *