Chiacchierata ispiratrice

Il racconto di un incontro ed una chiacchierata all’insegna della scienza e della letteratura

Innanzitutto però, lasciatemelo dire: è stato un periodo ricco di soddisfazioni. Tranquilli, niente di eclatante… Non ho vinto la lotteria, ma l’avventura del blog mi sta regalando piaceri inattesi. Esattamente come è stato per la vicenda che sto per raccontarvi…

Innanzitutto è bene che lo sappiate: sono ancora sotto effetto dei fumi da Sharper. Oltre alle gioie di cui vi ho parlato, in quell’occasione, l’Aquila ha ospitato tante belle iniziative; tra queste una serie di appuntamenti in cui la scienza veniva raccontata da un punto di vista inusuale. In uno di questi Storyteller si parlava di “Primo Levi, chimico e scrittore”. Wow!

meme entusiasta fisico tra le nuvole

Peccato che gli impegni presi con il gruppo del CETEMPS non mi avrebbero permesso di vagare in libertà tra le mille iniziative di quella incredibile giornata. Come fare?!

mail

Semplice! Basta mandare una mail. Mi si presentava l’opportunità di viaggiare verso nuovi orizzonti, sarebbe stato un errore perdere questo treno. Per farvi capire quanto l’argomento fosse nuovo per me: io non sapevo nemmeno che Primo Levi fosse un chimico. Lo so, sono pessimo…

Insomma, dicevamo: mail! Breve palleggio di dove, come e quando: quello che serve per fissare un incontro. Come sempre io non conosco molto dei miei interlocutori aquilani prima di incontrarli, questa volta si trattava addirittura di un professore di un altro corridoio di cui sapevo soltanto il nome: Aldo Domenicano. Chiedo e parlo molto; mi dicono che è stato professore all’Aquila per anni e che è in pensione da pochissimo. Va bene, si va; chi c’è c’è. Non è un problema…

Alla fine ci incontriamo. La prima impressione è di essere di fronte ad un signore di altri tempi: di quelli con la S maiuscola. Un uomo piccolo e dai modi affabili, dallo sguardo attento e i gesti composti; con semplicità e gentilezza mi dedica un po’ del proprio tempo. Iniziamo a parlare e capisco subito che parliamo di qualche cosa che lo appassiona! Ci sono persone da cui la passione sgorga letteralmente come se fosse un placido torrente: stai lì sulla riva e lo osservi senza dire niente… Un piacere. Ne rimango affascinato.

libroPiano piano ricompone, solo per me, la storia di Levi: una vita intrecciata con i campi di sterminio, la chimica, l’ottimismo, l’ironia e poi… Un gesto estremo che stona con l’ottimismo che traspare dalle sue opere. Una bellissima carrellata delle cose più belle che il personaggio Primo Levi può offrire. Fascino! Non c’è davvero nient’altro da dire. Levi è solo un incipit. In breve iniziamo a parlare anche di altro: lo stato delle scienze, la comunicazione e, per finire, gli racconto di questo mio progetto, del tentativo di costruire qualche cosa e di come mi piacerebbe raccontare dello scienziato che c’era in quello che viene considerato uno degli autori più importanti del nostro secolo.

Alla fine, come tutte le cose che si fanno con davanti persone cortesi, anche la nostra conversazione sfuma senza forzature in un arrivederci e un risentiamoci. Davvero un incontro che lascia il segno. Esco e mi adopero per trovare subito i libri che mi ha consigliato!

Tutto qua: il semplice racconto di un incontro che mi ha aperto una finestra su un mondo nuovo! Approfondiremo, ma prima devo studiare, indi…

Ci leggiamo la prossima puntata!

marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *